La forza delle parole...


Siamo consapevoli della forza delle parole che ascoltiamo e di quelle che proferiamo?

Chi esprime il suo pensiero lo fa per diletto, per puro esercizio lessicale o stando attento a soppesare ciò che è comunicato?

Si pensa all’effetto sull’altro?

Alle conseguenze?

Le parole possono essere piume, carezze, coccole, conferma, approvazione, ma anche schiaffi, macigni, disprezzo, disconferma, chiusura.

“Verba volant scripta manent” dicevano i latini: le parole volano, ciò che è scritto rimane.

Verissimo, però anche ciò che è proferito, nel suo peregrinare nel vento, arriva come bersaglio, al cuore del destinatario ed ha una valenza non trascurabile.

Parole dette in momenti di rabbia, quelle usate per spronare l’altro, non sempre vengono interpretate con tale intento, creando voragini di allontanamento relazionali.

Parole non dette che, se proferite, creerebbero legame e chiarezza invece rimangono sospese nell’etere.

Parole colme di saggezza che potrebbero elevare l’anima, diventano esercitazioni intellettuali se, chi le sente, non è pronto ad ascoltarle con il cuore e con la mente.

Ma se si è pronti a riceverle, diventano una opportunità di crescita personale e relazionale.

Chi riuscirà a cogliere la profondità delle parole, riuscirà a comprendere con chiarezza e consapevolezza, quello che, prima, era nascosto o non esplicito.

La potenza delle parole non è solo nel significato etimologico dei termini che si scelgono, ma, è incisivo,come le si dice ed il fascino personale di chi le pronuncia.

Le parole alimentano la mente ma la possono anche avvelenare.

Parole incoraggianti per dare energia, forza, fiducia ed amore; oppure scoraggianti, pesanti, biasimanti che distruggono ed incrinano legami e rapporti.

Parlare a se stessi, come se la mente fosse un contenitore da riempire di negatività e disprezzo od invece carezzarla con parole di stima, amore e forza.

Parlare all’altro cercando di non utilizzare etichette, stereotipi che limitano e vanificano la novità del dialogo in continuo divenire.

Crescere nella vita è essere in grado di imparare cose nuove che si mischiano alle conoscenze del passato, avendo la saggezza di scegliere cosa lasciare andare via e cosa tenere.

Ed infine, le più importanti: le parole dette con Amore : se è il cuore che le suggerisce sono la carezza all’anima!

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti